Edificio consulenze 645, Vienna International Airport

Gioco di luci per una chiara presenza

«Skylink» è il nome del progetto di ampliamento dell’Aeroporto Internazionale di Vienna. Assieme agli architetti Baumschlager-Eberle, IttenBrechbühl si è aggiudicata la gara per la realizzazione urbanistica. In una prima fase si è trattato di edificare un complesso di uffici consorziati per il committente e per i pianificatori o consulenti Skylink.

Principali segni distintivi di questo corpo edilizio di sei piani sono la semplicità e trasparenza della sua geometria e la variabilità delle condizioni di luce che ne esaltano la presenza. Le facciate sono formate da due strati translucidi che di notte conferiscono al volume un aspetto immateriale.

La struttura primaria si compone da un lato di uno scheletro in calcestruzzo con pilastri disposti lungo l’involucro interno e, dall’altro, dal nucleo centrale dell’edificio. Le aree circostanti sono a destinazione d’uso neutra.

Interlocutore Christoph Arpagaus
Committente Vienna International Airport, Flughafen Wien AG
Architetti Itten+Brechbühl AG / Baumschlager-Eberle GmbH
Concorso 1° premio 2000
Inizio lavori 2002
Entrata in funzione 2002
Superficie complessiva di piano  6100 m2
Volume della costruzione 17 000 m3
Fotografie Eduard Hueber, New York (USA)