Bioreattori UCB, Bulle FR

Farmaceutica biotech ai massimi livelli mondiali

Per la produzione del biofarmaco Cimzia, UCB ha realizzato nella friburghese cittadina di Bulle un nuovo impianto con tre bioreattori che figura tra gli stabilimenti di produzione biotech più moderni al mondo.

La superficie riflettente dell’involucro edilizio alleggerisce l’inserimento del rettilineo volume nel paesaggio alpino, la cui facciata definisce con un linguaggio matematico le varie funzioni dell’edificio. La configurazione degli interni è concepita come un intreccio aperto che genera chiarezza strutturale e permette uno sfruttamento ottimale degli spazi.

Il programma di utilizzo è complesso: oltre ai tre reattori, per i quali sono stati posati 33 chilometri di tubazioni, esso include serbatoi di depurazione e di stoccaggio, laboratori di controllo qualità, aree di manutenzione, di deposito e uffici.

Anno 2013
Interlocutore Andreas Jöhri
Committente UCB Farchim S.A.
Architetto Itten+Brechbühl SA
Pianificazione 2011-2012
Inizio lavori 2012
Entrata in funzione 2014
Superficie complessiva di piano 24 450 m2
Posti di lavoro 130
Fotografie Vincent Jendly, Lausanne