Piano particolareggiato S. Maria, Gordola TI

L’arrivo della nuova stazione FFS, contestualmente al potenzia­mento del sistema TILO e dell’infrastruttura ferroviaria, costitu­iscono per Gordola ed in particolare per il comparto Santa Maria una occasione irripetibile di trasformazione. Il progetto mira quindi a creare una for­te centralità condensando la nuova densità intorno al sistema stazione, servito da una semplice ma efficace infrastruttura di accesso.

Il progetto propone di tessere una nuova maglia urbana e di creare un’area pubblica importante a lato della ferrovia, nella quale si auspica l'inserimento di un parco urbano quale elemento generatore d’identità nel nuovo quartiere e, al contempo, di ingresso al parco agricolo. Inoltre la particolare topografia del Comparto rende possibile una morfologia legata al contrasto tra il sopra e il sotto e tra il costruito e il verde.

La complessa suddivisione delle proprietà, in chiave di una potenziale re­alizzabilità dell’operazione (anche per moduli), rappresenta una base dalla quale è impossibile prescindere. Per questa ragione l’impronta del progetto è basata su due ele­menti chiave: i vuoti urbani necessari al corretto inserimento dell’infrastruttura e la disposizione delle proprietà, ognuna delle quali deve poter soddisfare i propri diritti edificatori.

Il risultato ha portato ad un progetto unitario, realizzabile per moduli, ma con un obiettivo comune di riqualificazione generale.

Anno 2017
Interlocutore Lidor Gilad
Committente Municipio del Comune di Gordola
Architetti/pianificatori generali Itten+Brechbühl SA
Superficie complessiva di piano 43 500 m2
Volume della costruzione 135 000 m3
Unità abitative 250
Parcheggi 500