Grande interesse per il «Discorso sul BIM 2018» da IttenBrechbühl, a Berna

L‘8 marzo si è tenuto il Discorso sul BIM 2018 presso la sede di IttenBrechbühl di Berna. Circa trenta rappresentanti del settore pubblico, progettisti specializzati, committenti privati e general contractor hanno seguito la presentazione del BIM nei suoi aspetti generali ed hanno approfittato dell’esperienza di IttenBrechbühl in materia di BIM per porre delle domande.

Christoph Arpagaus, direttore della succursale di Berna di IttenBrechbühl, ha comparato il BIM all’introduzione del CAD. «Chi non partecipa perderà il treno», afferma con convinzione. Inoltre ha evidenziato l’importanza il valore aggiunto ottenibile con l’utilizzo del BIM in tutte le fasi di un progetto: progettazione, bandi, realizzazione e gestione. IttenBrechbühl è un’utilizzatrice convinta del BIM fin dalla prima ora  ed è uno dei fornitori di servizi leader in Svizzera. Per maggiori informazioni visitare il sito ittenbrechbuehl.ch > Digital.

Marc Pancera, direttore del BIM di IttenBrechbühl, ha spiegato le possibilità ed i limiti del BIM. «Dobbiamo sviluppare soprattutto gli standard che regolano la collaborazione. Abbiamo già raggiunto molti traguardi, ma molto c’è ancora da fare per ottenere una catena informativa senza lacune nel corso dei progetti.» Questo dovrebbe essere l’obiettivo per far sì che le informazioni del BIM possano essere utilizzate in modo sostenibile e con profitto – anche al di là dei singoli progetti, fino ai progetti di Smart City.

Dopo uno stimolante giro di domande i partecipanti hanno sfruttato l’occasione per scoprire le possibilità offerte dalla Virtual Reality e per un ulteriore scambio di opinioni.