Concorso per l’Ampliamento dell’Ospedale Regionale di Mendrisio Beata Vergine ‐ OBV

4. premio
Anno 2016

L'Ospedale regionale Beata Vergine di Mendrisio è un ospedale pubblico polispecialistico dotato di moderne infrastrutture e di una tecnologia medica all'avanguardia. In costante evoluzione, dall'inaugurazione nel 1990 ad oggi, l'OBV ha assistito ad un continuo mutamento relativo all'utilizzo degli spazi ospedalieri e al loro riorientamento strategico.
Oggi, per favorire un ulteriore sviluppo della struttura ospedaliera, si prevede la progettazione e realizzazione di una Nuova Ala, un polo ambulatoriale, collegato alla sede attuale per sfruttare tutte le sinergie, ma perfettamente autonomo.

Il progetto della nuova ala, è stato concepito per poter ottenere un sistema ospedaliero integrato, capace di fornire facile orientamento agli utenti, con collegamenti funzionali, con spazi di accoglienza generosi e luminosi, e aree esterne curate e di qualità.

La Nuova Ala si presenta come un'estensione funzionale dell'attuale ospedale OBV, alla quale è connessa su ogni livello attraverso un passaggio funzionale in prossimità del principale nucleo di circolazione verticale della struttura; ad eccezione del piano terra dove la connessione principale tra i due volumi avviene tramite l'importante portico che connette i due elementi e permette l'accesso a tutte le infrastrutture.

La Nuova Ala OBV ospiterà prevalentemente reparti con modalità di ricovero giornaliero, o degenze brevi. Sia negli spazi destinati alle camere, sia negli ambulatori e negli uffici, si è privilegiato sempre l'utilizzo della luce naturale e la ricerca di una relazione visiva con l'ambiente esterno. Il comfort dei pazienti e del personale ospedaliero sono stati il punto di partenza per la progettazione di ogni singolo spazio interno. Le facciate presentano numerosi scorci sui quartieri circostanti e sul grande giardino, dietro le quali si trovano i locali che godono di maggiore privacy (ambulatori, uffici e spazi di terapia e camere di degenza), mentre le facciate corte si presentano prevalentemente chiuse.

l sistema di circolazione all'interno della Nuova Ala OBV è stato pensato per facilitare le esigenze di una struttura ospedaliera. Per tanto i collegamenti risultano chiari e si ripropongono nello stesso modo ad ogni piano della struttura al fine di favorire l'orientamento e i movimenti degli utenti. L'accesso alla Nuova Ala avviene attraverso una hall di ingresso che smista il flusso degli utenti ai vari reparti. Ad ogni livello superiore troviamo una hall con reception, all'interno della quale avviene lo sbarco al piano della circolazione verticale (una scala e due ascensori montaletto). Il progetto prevede inoltre percorsi differenziati a seconda della tipologia di flusso.